Tante attività dall'inizio dell'anno ad oggi: la scuola Secondaria promuove esperienze di crescita sociale, civile e culturale

Il primo periodo di questo nuovo anno é stato di grande fermento alla scuola Secondaria dove, a ritmo frenetico, si sono susseguiti diversi eventi formativi di cui vi proponiamo una breve carrellata.

Ma...iniziamo dal principio.

Al rientro a scuola dalle vacanze natalizie, tutte le classi hanno votato online e scelto il Sindaco del Consiglio comunale giovanile, Luca Frattari, che con grande abilità ha coordinato, insieme agli assessori e ai consiglieri, le giornate degli “Open Days 2022”, guidando i genitori nelle visite della scuola e accogliendo i bambini delle classi quinte con fantastici laboratori.

dic1dic2

dic3

Nel mese di febbraio, invece, le classi della Secondaria e le quinte di “Via Giotto” e “Via Piave”, hanno celebrato il Giorno della Memoria, aderendo all’iniziativa proposta dall’Istituto storico di Macerata che, attraverso un collegamento in diretta streaming dalla sala Castiglioni della biblioteca Mozzi-Borgetti di Macerata, ha regalato agli alunni due video narrazioni di Simone Maretti: per i più piccoli “Quando Hitler rubò il coniglietto rosa” di Judith Kerr, mentre “L’amico ritrovato” di Fred Uhlman  è stato scelto per i ragazzi più grandi, delle terze. Entrambe le narrazioni hanno riscosso molto successo presso gli alunni ed aperto un dibattito mai scontato sull’argomento. 

dic4

Un altro spunto di riflessione é stato fornito agli alunni di terza media da una seconda ravvicinata ricorrenza, quella del 10 febbraio, Giorno del Ricordo,  per celebrare il quale i ragazzi hanno avuto l’opportunità di collegarsi ed assistere all’evento di presentazione del volume “Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria” di Silvia Dai Pra’ intrevistata da Edoardo Bressan per l’Università degli Studi di Macerata. Molto interessante l’esperienza di vita ed i racconti di famiglia condivisi dall’autrice con i ragazzi.

dic5dic6

Per concludere il giorno 22 febbraio un nuovo evento online ha catturato l’attenzione di tutti gli alunni della scuola Secondaria quando Simone Maretti si è collegato in diretta da Modena per dialogare con i ragazzi e narrare “Il segreto del bosco vecchio” di Dino Buzzati. La presenza di un narratore come Maretti,che fa propria, parafrasa, racconta e legge opere importanti del nostro patrimonio letterario, impreziosisce il percorso di lettura e promozione di essa portato avanti da anni all’interno del Progetto biblioteca “Medicina per l’anima” e grazie alla collaborazione con le Rete delle biblioteche Bibliomarchesud.

dic8

Siamo lieti di aver condiviso con tutta la comunità scolastica una parte ricca del nostro percorso formativo scolastico che, benché costellato, nei mesi scorsi, di quarantene e autosorveglianze, ci ha comunque permesso di incontrarci, di condividere e di ampliare il nostro patrimonio culturale in modo multiforme e piacevole.